Alle origini dell’arte

Print Friendly

The IIPP logo

Alle origini dell’arte è un filmato-documentario realizzato dall’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria con la preziosa collaborazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana per illustrare l’attualità dell’arte preistorica attraverso il patrimonio della biblioteca. Interventi di Maria Bernabò Brea, di Raffaele De Marinis e di Carlo Sisi.

At the origins of the art is a documentary realised by the IIPP – Italian Institute of Prehistory and Protohistory in co-operation with the Tuscany archaeological Superintendence. The goal is to illustrate the actuality of the prehistoric art through the heritage of the institute library.

by IIPP – Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Firenze


Alle origini dell’arte


Raccolte del sapere prima della scrittura oltre la lettura

Vai al sito dell’IIPP – Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria

Per la prima volta l’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria sposta la propria dimensione progettuale dalla Settimana dei Beni Culturali a Il Maggio dei Libri. Non si tratta di porre in secondo piano l’indiscussa identità scientifica, né la sua collocazione istituzionale tra le maggiori realtà internazionali di riferimento per gli studi preistorici. E’ piuttosto l’occasione per riaffermare il legame indissolubile con la contemporaneità attraverso il cuore stesso dell’Istituto: una delle più preziose biblioteche e un archivio fotografico tra i più significativi.

La realizzazione di un filmato-documentario, con la preziosa collaborazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, e grazie al sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, ha il compito di illustrare l’attualità dell’arte preistorica proprio attraverso il patrimonio della biblioteca.

I due interventi portanti sono affidati al Professor Raffaele De Marinis, past-president dell’Istituto, che introduce l’immenso tema dell’arte preistorica a partire da alcuni libri, vere e proprie colonne portanti del tema oltre che rarità da bibliofili. Il Professor Carlo Sisi, Presidente del Museo Marino Marini, accennerà invece ad alcune intriganti connessioni tra l’arte preistorica e le avanguardie del nostro Novecento.

Gli scenari della percezione culturale di questi ultimi anni, nella loro necessità di essere immediatamente e facilmente fruibili, mediatici e misurabili in termini di “audience”, hanno lasciato sedimentare l’idea che centri di eccellenza e specializzazione come l’Istituto siano essenzialmente luoghi e fenomeni di élite. Al contrario, riunendo i maggiori studiosi del settore l’Istituto Italiano di Preistoria è un centro attivo di ricerca, più che mai vivo, che si pone anche come un centro di contemporaneità “altro” rispetto all’accademia. La ricostruzione della storia dell’uomo fin dal più lontano passato è attuale non solo per la tecnologia dei metodi di indagine, ma soprattutto perché l’analisi delle antiche civiltà propone nuove chiavi di lettura della realtà contemporanea: si pensi, ad esempio, alla scottante attualità di temi quali l’interazione tra uomo e natura, il confronto/scontro tra culture diverse, l’origine e il significato dell’arte.

Proprio quest’ultimo è il tema scelto per far conoscere al pubblico la biblioteca dell’Istituto, luogo aperto al confronto, contenitore di sapere e stimolo, motore di diverse curiosità, professionalità e bisogni culturali. L’Istituto possiede infatti la biblioteca più ricca d’Italia per quanto riguarda l’arte preistorica, che grazie al lascito del suo fondatore, Paolo Graziosi, comprende volumi editi agli albori degli studi preistorici, oggi introvabili in altre biblioteche o sul mercato antiquario.

Due testimonianze, tra le molte altre possibili, in grado di sollecitare la curiosità di un pubblico vasto e non necessariamente specializzato, incoraggiandolo ad accostarsi alla biblioteca dell’Istituto Italiano di Preistoria, ospitato e compreso nel complesso di una biblioteca pubblica di ambizione europea, le Oblate.

Istituto Italiano
di Preistoria e Protostoria

Via S. Egidio, 21
50122 Firenze
Tel: +39 055 2340765
Fax: +39 055 5354821
http://www.iipp.it/


One comment

  1. Alf_Pir says:

    An original film with multiple food for thought.
    Thank you very much.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

two × 4 =