Le manifestazioni del sacro e l’età del Rame

Print Friendly
vaso_campanif150

Bell beaker

The manifestations of the sacred and the Copper Age in the Alps and in the Po Valley, archaeological congress a Brescia (I), with emphasis on funerary rituals and rock art and statue stelae symbolism. Convegno archeologico 23 e 24 maggio 2014, Brescia, con approfondimenti sui rituali funerari che caratterizzano questo periodo e sul simbolismo dell’arte rupestre e delle statue-stele coeve. 

by Manifestazioni del Sacro




Le manifestazioni del sacro e l’età del Rame

nella regione alpina e nella pianura padana

The manifestations of the sacred and the Copper Age
in the Alps and in the Po Valley

convegno – sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana

Palazzo Broletto – Prefettura, Piazza Paolo VI – Brescia
23 maggio 2014 ore 14.30 – 18.30; 24 maggio 2014 ore 9.30 – 17.30

  • Direzione Scientifica a cura di Raffaele Carlo de MARINIS
    Università degli Studi di Milano – Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria
  • Organizzazione a cura di Elisabetta CONTI
    Associazione Culturale Il Senso del Sacro

Questa riunione scientifica si pone in ideale continuità con la mostra L’età del Rame. La regione alpina e la pianura padana al tempo di Ötzi, allestita al Museo Diocesano di Brescia nel gennaio-maggio 2013 e accompagnata da un importante volume di saggi scientifici dallo stesso titolo. La mostra aveva avuto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica.

This scientific meeting stands in continuity with the exhibition The Copper Age. The Alpine region and the Po valley in the time of Ötzi, held at the Diocesan Museum of Brescia in January-May 2013, accompanied by a large volume of scientific essays with the same title. The exhibition had the patronage of the President of the Italian Republic.

Il convegno è dedicato alla memoria di Angelo Rampinelli Rota, che fu l’ideatore e promotore della mostra, scomparso nell’ottobre 2013.

The conference is dedicated to the memory of Angelo Rampinelli Rota, who was the creator and promoter of the exhibition, who died in October 2013.

I temi affrontati nella riunione di Brescia ruotano principalmente intorno alle manifestazioni del sacro nell’età del Rame (circa 3400-2200 a.C.), con approfondimenti sui rituali funerari che caratterizzano questo periodo e sul simbolismo dell’arte rupestre e delle statue-stele coeve. Recenti scoperte verificatesi in Lombardia e in Emilia-Romagna mettono a disposizione degli studiosi nuovi contesti che permettono di meglio focalizzare le coordinate cronologiche e culturali e consentono di proporre ipotesi interpretative più fondate.

The topics discussed at this Brescia meeting are focused around the manifestations of the sacred in the Copper Age (about 3400-2200 BC), with emphasis on funerary rituals that characterise this period and the symbolism of the rock art and contemporary statue-stelae. Recent discoveries from Lombardy and Emilia-Romagna (north Italy) make available new archaeological contexts – with more details on the historical and cultural co-ordinates of the Copper age – which allow scholars to propose more proven hypotheses.

Alla riunione scientifica partecipano studiosi di chiara fama delle università (Università degli Studi di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Brescia, Università degli Studi di Verona, Università degli Studi di Siena, Università degli Studi di Trento, Università di Lisbona) e dei musei e delle Soprintendenze Archeologiche (Soprintendenza Archeologica della Lombardia, Soprintendenza Archeologica dell’Emilia-Romagna, Soprintendenza della Provincia Autonoma di Bolzano, Soprintendenza della Regione Valle d’Aosta, Museo Civico Archeologico di Bergamo).

This scientific meeting is attended by scholars of renowned universities (University of Milan, Università Cattolica del Sacro Cuore of Milan and Brescia, University of Verona, University of Siena, University of Trento, University of Lisbon) and of Museums and Archaeological Superintendences (Archaeological Superintendence of Lombardy, Emilia-Romagna, of the Autonomous Province of Bolzano, of the Autonomous Region Valle d’Aosta, of the Bergamo Archaeological Museum).

Vaso Campaniforme (2500 – 2300 a.C.)

Vaso Campaniforme (2500 – 2300 a.C.) – Bell beaker

Programma

Venerdì 23 maggio 2014

  • 14.30 Inizio dei Lavori – Coordina: Elisabetta Conti
  • Saluti delle autorità
  • Saluto del Soprintendente archeologico della Lombardia Filippo M. Gambari
  • R.C. de Marinis, Angelo Rampinelli Rota e l’archeologia
  • 15.30 A. Arcà, A. Fossati, F. Morello, D. Daudry, L. Raiteri,
    Le incisioni rupestri del riparo di Chenal (Montjovet, Aosta)
  • 16.00 Umberto Tecchiati,
    Alle soglie dell’età del Rame: il luogo di culto funerario di Varna presso Bressanone (BZ)
  • 16.30 Hanns Oberrauch,
    Il luogo di culto del Pigloner Kopf (BZ): un rogo votivo dell’età del Rame
  • 17.00 pausa
  • 17.15 Annaluisa Pedrotti, Hubert Steiner,
    Due nuove statue-stele da Vezzano, comune di Silandro (Val Venosta, BZ)
  • 17.45 Erio Valzolgher, Cronologia assoluta dei pugnali tipo Remedello e Spilamberto
  • 18.15 discussione
Ossimo9

Valcamonica il masso di Ossimo 9, piena età del Rame, asce, figure umane sormontate da figura solare – The Ossimo 9 boulder, full Copper Age, axes and men crowned by a solar figure

Sabato 24 maggio 2014

  • 9.30 Raffaele Carlo de Marinis,
    Le necropoli di Remedello Sotto, Volongo e Cumarola. Nuovi aggiornamenti
  • 10.00 Monica Miari, La necropoli di Celletta dei Passeri, Forlì
  • 10.30 M. Baioni, C. Longhi,
    Novità sugli aspetti funerari dell’età del Rame in Lombardia
  • 11.00 pausa
  • 11.15 Raffaella Poggiani, I santuari dell’età del Rame di Cemmo, Ossimo- Pat , Borno e Corni Freschi di Darfo. Organizzazione, cronologia e rituali
  • 11.45 U. Sansoni, Arte rupestre dell’età del Rame: pugnali, mappe e oranti sulla roccia 8 di Boscatelle (Valcamonica)
  • 12.15 Daniela Cocchi, I rituali funerari dell’età del Rame nelle regioni settentrionali nell’ambito delle testimonianze italiane
  • 12.45 discussione
  • 13.00 pausa
  • 14.30 S. Casini, R.C. de Marinis, A. Fossati, Aspetti simbolici dell’arte figurativa e astratta dello stile III A in Valcamonica e Valtellina: ipotesi interpretative
  • 15.00 João Luís Cardoso,
    Le Vase Campaniforme dans la façade occidentale de la Péninsule Ibérique
  • 15.45 R. Poggiani, M. Baioni,
    Aspetti degli insediamenti dell’età del Rame in Lombardia
  • 16.15 Lucia Sarti, Aspetti dell’età del Rame in Italia centrale: tradizioni locali, identità interregionali e networks internazionali
  • 16.45 Maria Bernabò Brea, Filippo M. Gambari e A. Giumlia-Mair,
    Note preliminari sulla tazza d’oro di Montecchio Emilia (PR)
  • 17.15 discussione
  • 17.40 conclusioni
carta_campanif

Carta di diffusione del Vaso Campaniforme in Europa e nel bacino del mediterraneo – The bell-beaker diffusion map in Europe and in the Mediterranean bassin

Ente promotore: Comitato Organizzatore del Convegno
Presidente: Narcisa Brassesco (Prefetto di Brescia)

  • Arrigo Bandera (Associazione Culturale «Il Senso de Sacro»)
  • Elisabetta Conti (Università Cattolica di Brescia – Associazione Culturale «Il senso del Sacro)
  • Alberto Folonari (Presidente Fondazione CAB)
  • Pierangelo Gramignola (Consigliere Fondazione CAB)
  • Agostino Mantovani (Segretario Fondazione CAB)
  • Mario Taccolini (Direttore del Dipartimento di Scienze storiche e filologiche dell’U-niversità Cattolica di Brescia)
  • Giovanni Trerotola (Fondazione CAB – Associazione Culturale «Il Senso del Sacro»)

Direzione scientifica: Raffaele Carlo de Marinis
Comitato scientifico: Raffaele Carlo de Marinis, Stefania Casini, Angelo E. Fossati
Organizzatore: Elisabetta Conti, Presidente Associazione Culturale «Il Senso del Sacro»
Relatori:

  • Andrea Arcà, dottorato di ricerca, Università degli Studi di Pisa
  • Marco Baioni, Museo Civico Archeologico, Gavardo (BS)
  • Maria Bernabò Brea, Presidente dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Direttore del Museo Nazionale Archeologico di Parma
  • João Luís Cardoso, Professor Catedrático de Pré-História e Arqueologia, Centro de Arquelogia da Universidade de Lisboa, Portogallo
  • Stefania Casini, Direttore Museo Civico Archeologico di Bergamo
  • Daniela Cocchi, Università degli Studi di Verona – Professore Ordinario di Preistoria
  • Damien Daudry, Presidente della Société Valdôtaine de Préhistoire et d’Archéol-ogie, Quart (AO)
  • Raffaele Carlo De Marinis, Università degli Studi di Milano, Dipartimento Beni Culturali e Ambientali, Senior Full Professor, direttore della Rivista di Scienze Preistoriche
  • Angelo Fossati, Università Cattolica del Sacro Cuore, sedi di Milano e di Brescia
  • Filippo M. Gambari, Soprintendente Archeologico della Lombardia, Milano
  • Alessandra Giumlia-Mair, AGM Archeoanalisi, Merano (BZ)
  • Cristina Longhi, Soprintendenza Archeologica della Lombardia, Milano
  • Monica Miari, Soprintendenza Archeologica dell’Emilia-Romagna, Bologna
  • Francesca Morello, Cooperativa Archeologica Le orme dell’uomo, Cerveno (BS)
  • Hanns Oberrauch, Archeologo – collaboratore della Soprintendenza Archeologica Autonoma di Bolzano
  • Annaluisa Pedrotti, Università degli Studi di Trento, Dipartimento di Lettere e Fi-losofia
  • Raffaella Poggiani, già Soprintendente Archeologico della Lombardia, Milano
  • Luca Raiteri, Ufficio Beni Archeologici Direzione restauro e valorizzazione della Regione Autonoma Valle d’Aosta
  • Umberto Sansoni, Direttore Dipartimento Valcamonica e Lombardia, Centro Camu-no di Studi Preistorici, Niardo (BS)
  • Lucia Sarti, Università degli Studi di Siena, Dipartimento di Archeologia e Storia dell’Arte, Professore Ordinario di Preistoria
  • Hubert Steiner, Ufficio Beni Archeologici della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige
  • Umberto Tecchiati, Ufficio Beni Archeologici della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige
  • Erio Valzolgher, Ricerche Archeologiche snc – Archäologische Untersuchungen OHG, Bressanone (BZ)

con il patrocinio di

sacro_patrocini
con il sostegno di

sacro_sostegno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

four × one =